ROSATELLUM BIS

ROSATELLUM BIS

ROSATELLUM BIS

Commenti disabilitati su ROSATELLUM BIS

Possiamo finalmente affermare che anche la nazione ITALIA ha una legge elettorale.
Possiamo affermare che non sia la migliore possibile e che sia frutto di compromessi.
Possiamo almeno dire di avere finalmente il diritto di votare e scegliere i nostri rappresentanti.

Il Rosatellum prevede un sistema misto proporzionale e maggioritario, in cui un terzo di deputati e senatori è eletto con il sistema maggioritario e due terzi sono eletti con il sistema proporzionale.

Il sistema maggioritario prevede che il territorio italiano sia suddiviso in tante zone (collegi uninominali) e ad ogni zona venga associato un seggio in parlamento. In ogni zona il candidato che riceve più voti va ad occupare il corrispondente seggio in parlamento. Sulla scheda elettorale ogni schieramento presenta un suo candidato.

Il sistema proporzionale prevede anche esso che il territorio italiano sia suddiviso in tante zone (collegi plurinominali) e ad ogni zona vengano associati N posti in parlamento. Ogni partito presenta una sua lista di candidati. Dopo lo scrutinio si ricaveranno le percentuali di voto guadagnate da ogni lista in ogni collegio. La lista che avrà guadagnato per esempio il 20% dei voti, potrà occupare in parlamento il 20% degli N posti associati a quel collegio. Le liste saranno bloccate (cioè se una lista guadagnerà per esempio 3 posti in parlamento, i primi 3 candidati della lista andranno ad occupare quei posti).

Il voto sarà espresso quindi tramite una sola scheda elettorale per la Camera e una per il Senato. L’elettore sceglierà un candidato e una lista. Sarà vietato il voto disgiunto (cioè votare il candidato al maggioritario di uno schieramento e contemporaneamente una lista di un altro schieramento).

Buona è la novità che ciascuno dei due sessi non potrà rappresentare più del 60% dei candidati in ogni lista.

Buona è la novità che ogni scheda avrà un tagliando antifrode con un numero univoco, che gli scrutatori segneranno nel momento in cui consegneranno la scheda all’elettore. Quando l’elettore la dovrà inserire nell’urna, prima gli scrutatori controlleranno che quella scheda sia quella effettivamente consegnata all’elettore e poi toglieranno il tagliando.

I partiti potranno sostenere con la loro lista, un candidato nel sistema maggioritario e correre soli nel proporzionale.

È previsto che un candidato possa presentarsi in un collegio uninominale e in più collegi plurinominali, fino a un massimo di cinque.

La soglia di sbarramento nel sistema proporzionale sarà al 3% su base nazionale, sia al Senato che alla Camera, con l’eccezione delle liste relative alle minoranze linguistiche per le quali la soglia è al 20% nella regione di riferimento. Per quanto riguarda le coalizioni, è prevista una soglia minima del 10% (con almeno una lista che superi il 3%).

 

Related Posts

O’ REI D’ITALIA

Commenti disabilitati su O’ REI D’ITALIA

IL COVID E AMATRICE

Commenti disabilitati su IL COVID E AMATRICE

FLUSSI MIGRATORI

Commenti disabilitati su FLUSSI MIGRATORI

AUTO DIESEL E RISCHIO STOP

Commenti disabilitati su AUTO DIESEL E RISCHIO STOP

RINGRAZIAMENTI

Commenti disabilitati su RINGRAZIAMENTI

RISULTATI SONDAGGIO

Commenti disabilitati su RISULTATI SONDAGGIO

CORONAVIRUS ATTO VI

Commenti disabilitati su CORONAVIRUS ATTO VI

ELEZIONI REGIONALI: COME SI VOTA

Commenti disabilitati su ELEZIONI REGIONALI: COME SI VOTA

POLEMICA POLITICA

Commenti disabilitati su POLEMICA POLITICA

BRIATORE SE NE VA

Commenti disabilitati su BRIATORE SE NE VA

IL NUOVO PRESIDENTE FRANCESE

Commenti disabilitati su IL NUOVO PRESIDENTE FRANCESE

CRISI DEL QUINTO ANNO

Commenti disabilitati su CRISI DEL QUINTO ANNO

Create Account



Log In Your Account