POLVERI SOTTILI

POLVERI SOTTILI

POLVERI SOTTILI

Commenti disabilitati su POLVERI SOTTILI

State attenti alle polveri sottili!

Le polveri sottili sono particelle sospese nell’aria il cui diametro è talmente piccolo da permettergli non solo di entrare nei polmoni ma addirittura di passare nella circolazione sanguigna.
Esse vengono classificate con le sigle PM10 (diametro di 10 millesimi di millimetro), fino a PM 0,001 (1 milionesimo di millimetro) ( WIKI ).
Vengono create dai processi naturali come le eruzioni vulcaniche, ma soprattutto sono il risultato dell’inquinamento prodotto dall’uomo.
Purtroppo negli ultimi anni la loro densità è aumentata a dismisura, con tutti i rischi connessi alla salute umana.
Ciò ha costretto l’Unione Europea ad emanare direttive per il loro contenimento.
L’Italia si è adeguata a tali direttive con il Decreto Legislativo 13 agosto 2010, n.155 ( CAMERA )
Secondo tale legge, le regioni attraverso enti di controllo come l’ A.R.P.A. devono monitorare la densità degli inquinanti nell’aria e devono fare rapporti costanti al Ministero dell’Ambiente e agli altri enti interessati.
I comuni da parte loro, nel momento in cui i valori superano determinati livelli, sono costretti a prendere provvedimenti.
Inoltre il territorio urbano va diviso in aree alle quali applicare i provvedimenti del caso; a Roma si è diviso il territorio in aree concentriche, partendo dal centro storico e andando via via verso la periferia. ( COMUNE ROMA )

Più l’area è interna più si applicano restrizioni ai tipi di veicoli che vi possono circolare.
I veicoli secondo la normativa europea sono classificati in categorie in base all’anno di immatricolazione e vanno da Euro-0 a Euro-6 (si suppone che quelli più vecchi siano quelli che inquinano di più) ( WIKI ).

Questa è una strategia indispensabile.
Il problema è che limitarsi a vietare l’utilizzo della propria automobile crea spesso un disagio ai cittadini.
Il cittadini non usano la macchina solo per andarsi a divertire, ma la usano anche per recarsi a lavoro o ad adempiere qualsiasi altro loro obbligo.
Impedirgli di usare l’auto, significa tentare di risolvere i problemi della società, scaricandoli sui singoli (come troppo spesso succede).
Viceversa un intervento ambientale serio va incontro alle esigenze del cittadino e non che il cittadino debba trovare una soluzione ambientale.
Non si può responsabilizzare il cittadino se prima non viene responsabilizzato il “comandante”.
Non si possono chiedere sacrifici e fare appelli a favore di un comportamento sano degli abitanti mentre la politica non ha il coraggio neanche di organizzare uno stop alle macchine.

Allora va bene mettere tutti questi divieti, ma bisogna fornire alternative valide.
Bisogna investire di più nel trasporto pubblico, bisogna rendere i mezzi pubblici sicuri, comodi, efficaci e che garantiscano un funzionamento continuo.
Questo non solo farebbe bene all’ambiente e alla nostra salute, ma rappresenterebbe un volano per tutta l’economia: i cittadini sarebbero ben felici di spendere i propri soldi, in cambio di un servizio di trasporto efficiente che li sgravi da tanti disagi.
D’altro canto le aziende di trasporto potrebbero dar da lavorare a moltissime persone.
Tutto ciò si tradurrebbe in un continuo scambio soldi-servizi che è una delle basi dell’economia.

Related Posts

LE ILLUSIONI DEGLI ITALIANI

Commenti disabilitati su LE ILLUSIONI DEGLI ITALIANI

PERENNE INGOVERNABILITA’

Commenti disabilitati su PERENNE INGOVERNABILITA’

HABEMUS PREMIER?

Commenti disabilitati su HABEMUS PREMIER?

LA FINE DELLA NAZIONALE

Commenti disabilitati su LA FINE DELLA NAZIONALE

CORONAVIRUS ATTO VI

Commenti disabilitati su CORONAVIRUS ATTO VI

LAVORO,ROBOT E INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Commenti disabilitati su LAVORO,ROBOT E INTELLIGENZA ARTIFICIALE

RIFLETTI POPOLO

Commenti disabilitati su RIFLETTI POPOLO

IN PENSIONE PRIMA DEI 60

Commenti disabilitati su IN PENSIONE PRIMA DEI 60

OSTAGGI

Commenti disabilitati su OSTAGGI

REDDITO DI CITTADINANZA: EQUIVOCO O ALTRO?

Commenti disabilitati su REDDITO DI CITTADINANZA: EQUIVOCO O ALTRO?

ON. SERGIO PIROZZI : IL FUTURO DEL CENTRO DESTRA

Commenti disabilitati su ON. SERGIO PIROZZI : IL FUTURO DEL CENTRO DESTRA

MAGGIORITARIO POLITICO

Commenti disabilitati su MAGGIORITARIO POLITICO

Create Account



Log In Your Account