LA CORTE COSTITUZIONALE

LA CORTE COSTITUZIONALE

LA CORTE COSTITUZIONALE

Commenti disabilitati su LA CORTE COSTITUZIONALE

Nel nostro ordinamento abbiamo la Costituzione con un carattere rigido, il quale richiede che le norme in essa contenute vengono garantite contro ogni possibile violazione messa in opera dal legislatore ordinario.

In questo regime infatti il legislatore incontra dei precisi limiti, che sono sia di carattere formale che materiale, nella emanazione delle delle leggi, le quali non posso essere in contrasto quindi con la Costituzione.

Per andare a difesa della Costituzione e delle sue norme, in Italia abbiamo un organo ad hoc che presenta dei caratteri propri e che è la Corte Costituzionale.

La Corte Costituzionale garantisce, non solo l’osservanza della Costituzione da parte del legislatore ordinario e del Governo nell’esercizio della funzione materialmente legislativa, ma anche da parte dei supremi organi dello Stato e delle Regioni; ha inoltre competenza sui giudizi riguardanti le accuse contro il Presidente della Repubblica.

La Corte Costituzionale è composta da 15 giudici, nominati per un terzo dal Presidente della Repubblica, per un terzo dal Parlamento in seduta comune e per un terzo dalle supreme magistrature ordinaria e amministrativa.

I giudici della Corte sono scelti tra i magistrati, anche a riposo, delle giurisdizioni superiori ordinaria e amministrativa, tra professori ordinari e di università in materie giuridiche, e tra avvocati dopo venti anni di esercizio.

La loro nomina è di 9 anni, che decorrono per ciascuno di essi dal giorno del giuramento e non possono essere nuovamente nominati una volta terminato l’incarico.

Il presidente della Corte Costituzionale ha una particolare posizione all’interno della stessa; è eletto dalla Corte a maggioranza assoluta, e nel caso in cui nessuno riporti la maggioranza, si procede con una nuova votazione, e dopo di questa eventualmente una votazione di ballottaggio tra i candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti.

Il Presidente rappresenta la Corte, la convoca e presiede le sedute e la sua carica è di 3 anni.

Nell’appuntamento della prossima settimana andremo a vedere le sue funzioni riguardanti il giudizio dello stato di accusa del Presidente della Repubblica.

Daniela Angelucci

Related Posts

I PROCESSI

Commenti disabilitati su I PROCESSI

IL GIUDIZIO SULLE ACCUSE

Commenti disabilitati su IL GIUDIZIO SULLE ACCUSE

L’ERA DI CIAMPI E NAPOLITANO

Commenti disabilitati su L’ERA DI CIAMPI E NAPOLITANO

IL RAPPORTO DI FIDUCIA TRA GOVERNO E PARLAMENTO

Commenti disabilitati su IL RAPPORTO DI FIDUCIA TRA GOVERNO E PARLAMENTO

LA COSTITUZIONE ITALIANA

Commenti disabilitati su LA COSTITUZIONE ITALIANA

LO STATUTO ALBERTINO

Commenti disabilitati su LO STATUTO ALBERTINO

BUON COMPLEANNO REPUBBLICA ITALIANA!

Commenti disabilitati su BUON COMPLEANNO REPUBBLICA ITALIANA!

DA EINAUDI A GRONCHI

Commenti disabilitati su DA EINAUDI A GRONCHI

LA FUNZIONE GIURISDIZIONALE

Commenti disabilitati su LA FUNZIONE GIURISDIZIONALE

LE FUNZIONI DEL PARLAMENTO

Commenti disabilitati su LE FUNZIONI DEL PARLAMENTO

I DOVERI COSTITUZIONALI

Commenti disabilitati su I DOVERI COSTITUZIONALI

IL PRIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Commenti disabilitati su IL PRIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Create Account



Log In Your Account