IL REFERENDUM COSTITUZIONALE

IL REFERENDUM COSTITUZIONALE

IL REFERENDUM COSTITUZIONALE

Commenti disabilitati su IL REFERENDUM COSTITUZIONALE

In questi giorni si sente parlare anche del referendum costituzionale previsto per il 29 marzo.

Da ieri la decisione del Governo di far slittare la data suddetta per l’emergenza che lo stesso sta mettendo in atto a causa della diffusione del CoronaVirus.

IoPessimista aveva già affrontato la tematica referendaria con un precedente articolo; scopo del presente è quello di andare a dare informazioni maggiori su cosa è un “Referendum Costituzionale”.

Il tutto nasce dalla nostra Costituzione che, essendo “rigida” non può essere modificata da leggi ordinarie, ma solo da leggi costituzionali.

Innanzitutto il referendum è un istituto di democrazia diretta, e in Italia nasce con l’inserimento nella stessa Costituzione, che ne prevede due forme:

Referendum costituzionale (articolo 138 proprio della Costituzione), detto anche confermativo o sospensivo;

Referendum abrogativo (art. 75) relativo alle leggi ordinarie.

Il Referendum previsto per il 29 marzo è un referendum costituzionale, che può essere chiesto da “un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli Regionali” entro tre mesi dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Per tale tipo di referendum non viene chiesto un quorum, e quindi, a prescindere dal numero dei partecipanti, vince l’opzione “sì” o “no”, che riceve il maggior numero dei voti.

Se nella seconda votazione nei due rami del Parlamento (che devono votare due volte a distanza di almeno tre mesi), la legge viene approvata dalla maggioranza dei due terzi dei componenti di ciascuna camera, il referendum non ha luogo: questo è quello che è accaduto per il referendum in questione.

Quello in questione è il quarto referendum costituzionale nella storia della Repubblica Italiana, ed è stato indetto per approvare o respingere la legge di revisione costituzionale dal titolo “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”.

Aspettiamo quindi la nuova data del referendum.

Daniela Angelucci

Related Posts

LEGGE ELETTORALE

Commenti disabilitati su LEGGE ELETTORALE

CHE PENA LA PENA

Commenti disabilitati su CHE PENA LA PENA

GRIDO D’ALLARME DEL CETO MEDIO

Commenti disabilitati su GRIDO D’ALLARME DEL CETO MEDIO

IL MIRACOLO DI SAN GIOVANNI

Commenti disabilitati su IL MIRACOLO DI SAN GIOVANNI

MALEDETTA SIA LA CRISI

Commenti disabilitati su MALEDETTA SIA LA CRISI

OLTRE LA DIGNITA’

Commenti disabilitati su OLTRE LA DIGNITA’

ONORE O ERRORE ?

Commenti disabilitati su ONORE O ERRORE ?

POVERI

Commenti disabilitati su POVERI

ON. SERGIO PIROZZI : LA REGIONE

Commenti disabilitati su ON. SERGIO PIROZZI : LA REGIONE

LA FINE DELLA NAZIONALE

Commenti disabilitati su LA FINE DELLA NAZIONALE

Create Account



Log In Your Account