ECONOMIA E CORONAVIRUS

ECONOMIA E CORONAVIRUS

ECONOMIA E CORONAVIRUS

Commenti disabilitati su ECONOMIA E CORONAVIRUS

Viviamo in un mondo super-tecnologico, super-connesso, super-efficiente.
Eppure a volte siamo costretti a ricordarci che siamo esseri legati alla natura e ci scopriamo fragili di fronte ad essa.
Un piccolo virus è capace di mettere in crisi tutto il nostro mondo e le nostre abitudini.
E’ quello che sta accadendo con il coronavirus e l’economia cinese.

Da quando si è diffusa la malattia il governo cinese è stato costretto a prendere dei provvedimenti per contenerla.
Intere zone sono state messe in quarantena, uffici negozi e fabbriche sono stati chiusi.
Questo ha causato la paralisi delle attività economiche:
I negozi non vendono più e la domanda interna cinese è crollata. Con essa sono crollate anche le importazioni di prodotti esteri e ciò ha messo in crisi le tante aziende mondiali che hanno un mercato in Cina.
Le aziende cinesi non producendo non esportano, quindi anche l’export e’ diminuito. Siccome molti prodotti di esportazione cinesi costituiscono componenti per altri prodotti, questo ha paralizzato altre aziende nel resto del mondo.
Poiché le aziende e i trasporti cinesi hanno rallentato, la Cina ha ridotto l’importazione di petrolio e questo ha messo in crisi il mercato petrolifero.
Ovviamente il turismo ha subito il suo contraccolpo, sia quello verso la Cina, sia quello dei cinesi verso le altre mete.
Infine molte manifestazioni, mercati e fiere, (che fanno da traino all’economia) sono state annullate.

La stessa situazione (per ora ancora in piccolo) sta accadendo in Italia e negli altri paesi.
Il nord produttivo italiano è stato “infettato” ed alcune zone si sono avviate alla paralisi economica.

Quale è la soluzione a questi problemi ?
Per ora nessuna; bisogna accettare la situazione e sperare che passi presto.
Gli infiniti piccoli espedienti suggeriti dalle autorità: lavarsi le mani, mettere in quarantena le zone infette, limitare gli assembramenti delle persone, … non sono certo barriere formidabili, ma speriamo che tutti assieme alla fine riescano a bloccare l’emergenza.

A livello economico gli incentivi e gli aiuti del governo di certo non riescono a risollevare l’economia.
Per il futuro allora, sarebbe il caso di rivedere come è organizzato il nostro modo di lavorare, privilegiando tipi di lavoro (smart-working e lavoro da casa) che sono più robusti di fronte a queste situazioni.
Inoltre sarebbe il caso di investire più risorse nella ricerca scientifica, il che, oltre a creare posti di lavoro, potrebbe salvarci anche la pelle per le prossime epidemie.

Iopessimista scommette però che una volta passata la tempesta, ci scorderemo tutti di ciò che abbiamo sofferto e torneremo ad immergerci nelle nostre vite e nei nostri smartphone dimenticando anche il significato della parola VIRUS.

Related Posts

FORZE DELL’ORDINE A VIA CURTATONE

Commenti disabilitati su FORZE DELL’ORDINE A VIA CURTATONE

BANCA ETRURIA

Commenti disabilitati su BANCA ETRURIA

MANOVRA ECONOMICA: QUARTA O RETROMARCIA?

Commenti disabilitati su MANOVRA ECONOMICA: QUARTA O RETROMARCIA?

COMMERCIO E GLOBALIZZAZIONE

Commenti disabilitati su COMMERCIO E GLOBALIZZAZIONE

DIO O IL BIG BANG

Commenti disabilitati su DIO O IL BIG BANG

LA FAMIGLIA MAFIOSA

Commenti disabilitati su LA FAMIGLIA MAFIOSA

IL 5G E I RISCHI REALI DI QUESTA TECNOLOGIA

Commenti disabilitati su IL 5G E I RISCHI REALI DI QUESTA TECNOLOGIA

IL VIGILE E LA BEFANA

Commenti disabilitati su IL VIGILE E LA BEFANA

IL SALARIO REALE

Commenti disabilitati su IL SALARIO REALE

CREED II (FILM)

Commenti disabilitati su CREED II (FILM)

O’ REI D’ITALIA

Commenti disabilitati su O’ REI D’ITALIA

Create Account



Log In Your Account